Maggioli Editore   Promomail dedicata ai professionisti

 

 

 

 

 

 

 

Hobas
Hobas
Hobas

Anno di costruzione

2012 - 2013

Lunghezza totale

1414 m
(tubi in barre da uno, due
e 5,8 m)

Diametro

DN 600, 700, 800

Classe di pressione

PN 6, 10, 16, 20

Classe di rigidezza

SN 5000 e 10000

Potenza

1,1 MW

Posa

A cielo aperto

Cliente  e impresa appaltatrice

Otto and Verena Wild, Eléctrica San Miguel SpA

Impresa costruttrice

Philipp Wild, Constructora Wild Ltda

Progettista

INTE & JMS

Vantaggi

Tubi di peso contenuto, deviazioni angolari dei giunti, facile installazione con minimo impatto sulla natura

Condotte forzate HOBAS in Cile: La storia si ripete!

La prima tubazione HOBAS è stata installata più di 50 anni fa in Svizzera. Si trattava di una condotta forzata realizzata in terreni particolarmente ripidi e difficilmente accessibili, che ancora oggi è in ottimo stato di conservazione e di servizio. Ora, mezzo secolo dopo, HOBAS, la Svizzera e un progetto idroelettrico si ritrovano all’altro capo del mondo: nel sud del Cile, vicino al confine argentino, un cliente locale svizzero ha scelto i tubi HOBAS per il suo progetto di energia idroelettrica. HOBAS è molto impegnata nel campo idroelettrico non solo in Europa, ma anche in America, Africa, Asia e, dopo numerosi progetti idroelettrici di successo in tutto il mondo, questa è la prima tubazione HOBAS installata in America Latina per una condotta forzata.

La centrale idroelettrica di San Miguel si trova nella regione Alto Bio Bio a sud est di Concepción nelle Ande. In quest'area ricca d'acqua, ci sono già diverse centrali alimentate da serbatoi e ad acqua fluente.

Le ragioni che hanno portato il cliente a scegliere HOBAS ricordano quelle di 50 anni fa: dal momento che il terreno era ripido e di difficile accesso, i tubi dovevano essere leggeri e facili da installare. Grazie ai giunti HOBAS, che consentono elevate deviazioni angolari, non c'era alcun bisogno di pezzi speciali. Utilizzando tubi in barre più corte, da 1 e 2 metri, il cliente ha evitato l’installazione di 16 curve e la costruzione di blocchi di ancoraggio, costosa e impegnativa in termini di tempo. Le curve a largo raggio hanno reso possibile un adattamento ottimale della condotta al territorio, senza bruschi cambiamenti di direzione che avrebbe compromesso l'idraulica. HOBAS ha offerto la sua assistenza già in fase di progettazione per ottimizzare il percorso e il trasporto. Nelle prime due settimane un tecnico di cantiere HOBAS ha accompagnato i lavori di costruzione sul sito.

In questo modo, circa 1,4 km di tubi HOBAS DN 600, 700 e 800 nelle classi di pressione PN 6-20 e con lunghezze di uno, due e 5,8 m sono stati installati facilmente e con successo. La gamma di prodotti forniti comprendeva anche riduzioni, manicotti murari e un raccordo a T. Il cliente e l'impresa appaltatrice hanno importato il primo escavatore ragno in Cile al fine di padroneggiare le parti più ripide del percorso. Dal momento che i leggeri tubi HOBAS non hanno richiesto altre attrezzature pesanti, è stato possibile limitare notevolmente l'area di costruzione e l'impatto sulla natura è stato ridotto al minimo.

L'impresa appaltatrice svizzera è stata entusiasta della facile installazione dei tubi e della loro leggerezza, così come della possibilità di eseguire in modo sicuro le curve mediante la deviazione angolare dei giunti: "Molte grazie a tutto il team HOBAS per il loro supporto professionale, in particolare durante la fase di progettazione e installazione. Possiamo raccomandare HOBAS ad ogni costruttore di centrali elettriche".

Per approfondimenti: info@hobas.com

Hobas