Maggioli Editore   Promomail dedicata ai professionisti

 

 

 

 

 

 

 

Hobas
Hobas
Hobas
Hobas

Anno di costruzione

2012/2013 (in corso al momento della stesura dell’articolo)

Lunghezza della condotta

380 m

Tubi

Centrifugati in PRFV prodotti
dal gruppo HOBAS®

Diametro

DN 3000

Classe di pressione

PN 2 bar

Rigidità

SN 10.000 N/m2

Tecnica di posa

In trincea

Applicazione

Condotta idroelettrica

Progettazione

Studio Ing. Adelio Pagotto

Committente

Idroemilia S.r.l.

Impresa esecutrice

Piacentini Costruzioni SpA
e Granulati Donnini SpA.

IMPORTANTE INIZIATIVA
NEL CAMPO DELLE ENERGIE RINNOVABILI

Ha preso avvio sul finire del 2012 la costruzione di una nuova centrale idroelettrica sull’appennino Reggiano, nel territorio comunale di Castellarano.

L’iniziativa ha preso avvio dalla tenacia di alcuni imprenditori della zona, che per diversi anni hanno seguito l’iter burocratico del progetto, risolvendo passo a passo le problematiche che si sono presentate loro.

La nuova centrale idroelettrica, del tipo ad acqua fluente, è di proprietà della società Idroemilia S.r.l. ed utilizza acqua in derivazione dal fiume Secchia, in corrispondenza della traversa di San Michele dei Mucchietti. Con una portata massima derivabile di 28 m3/sec ed una salto di 15 m, l’impianto potrà sviluppare una potenza di ben 3 Mw, con un minimo impatto ambientale ed un sensibile beneficio per l’ambiente.

Il progetto iniziale, curato dallo studio dell’ing. Adelio Pagotto, risale all’anno 2004 e prevedeva sostanzialmente la realizzazione di un canale in cls, abbinato ad un ultimo breve tratto intubato in acciaio. Nelle successive fasi di affinamento si è poi passati all’ipotesi di realizzare una condotta, sempre in acciaio, per tutto il tratto interessato, lungo circa 380 m. Per mantenere una velocità del fluido sufficientemente bassa, la condotta avrebbe dovuto avere un diametro superiore a 3 m, mentre per assicurare una ragionevole durabilità, avrebbe dovuto essere protetta dalla corrosione con adeguati sistemi catodici.

Nel frattempo il progetto si avvicinava alle sue fasi finali e vengono quindi attentamente valutati gli aspetti tecnici legati alla scelta delle tubazioni. Dopo un’approfondita analisi e numerosi confronti con i proprietari di centrali idroelettriche già realizzate, progettista e committenza abbandonano l’ipotesi della condotta in acciaio, per passare definitivamente a tubi in PRFV centrifugati, prodotti dal gruppo austriaco HOBAS, con diametro DN 3000 mm.

Queste peculiari tubazioni offrivano infatti prestazioni idrauliche superiori, grazie ad un coefficiente di scabrezza Colebrook ≤ 0,01mm , e decisi vantaggi economici derivanti dalla rapidità di posa e dalla ridotta manutenzione.

I giunti a manicotto HOBAS FWC consentono infatti il collegamento tra i tubi senza ricorrere a saldature od altre operazioni specialistiche, oltre ad essere in grado di assorbire contenuti assestamenti del terreno grazie alla flessibilità della carcassa del manicotto. I tubi in PRFV non necessitano poi di alcuna protezione catodica dal momento che, trattandosi di un materiale plastico termoindurente, non sono soggetti a corrosione galvanica.

La posa della condotta è iniziata durante i primi giorni del 2013 e le tubazioni HOBAS hanno subito dimostrato la validità della scelta, consentendo di installare un buon tratto di condotta fin dal primo giorno di lavoro: senza considerare i tempi di scavo piuttosto lunghi per le dimensioni della trincea e le caratteristiche del terreno, le operazioni di posa di un tubo DN 3000 con lunghezza di 6 m, richiedono meno di 30 minuti.

Per seguire il tracciato senza ricorrere a pezzi speciali, è stata sfruttata la possibilità di angolare i tubi in corrispondenza dei manicotti, realizzando così le curve plano-altimetriche previste, senza compromettere la resa idraulica dell’impianto. Per i tratti ove il raggio di curvatura è particolarmente accentuato, HOBAS ha fornito barre con il taglio angolato dell’estremità, al fine di consentire una maggiore angolazione al giunto, mantenendo la garanzia di tenuta.

Per favorire il perfetto avvio delle operazioni di posa, HOBAS infine ha fornito assistenza e formazione al personale dell’impresa incaricata durante le fase iniziali della posa, attraverso i propri tecnici specializzati.

Hobas